Trovare l'anima gemella

Anime gemelle. Incontrarsi e riconoscersi.

Anime gemelle. Se, come sono convinta, ciò che crediamo e conosciamo è fatto della materia dei sogni, anche le anime gemelle devono manifestarsi, incontrarsi e riconoscersi allo stesso modo.

Desiderare l’incontro con la cosiddetta altra metà o anima gemella potrebbe essere una pulsione infantile da risolvere. E se fosse invece un viaggio esistenziale di scoperta?

Abbiamo fame di esistenza, riconoscimento, successo, passione.  In una parola: Amore.  Ultima, ma in fondo sempre prima, ricerca dell’essere umano.

Ciascuno vive, sulla base di condizionamenti di cui è più o meno consapevole. Una volta che si è sviluppata una maggiore confidenza con la parte più intima di se stessi e si è in grado di soddisfare i bisogni primari, inevitabilmente necessità e desideri non si esauriscono. Diventano altri.

Quando anche l’ultima foglia è caduta, l’albero è pronto a rinascere Condividi il Tweet

Anime Gemelle. Un assaggio  del mito.

In origine eravamo entità uniche, scintille divine. Di fronte al creatore stabilimmo di scendere nella terza dimensione e continuare l’opera creativa compiendo insieme una missione. Poiché il mondo che conosciamo è il regno della dualità, fummo costretti a dividerci in due.

Il piano consisteva nel vivere vite separate e adempiere a funzioni diverse, sperimentando tutte le nostre qualità uniche tramite molteplici incarnazioni.

Recuperando il ricordo di chi siamo, ci stiamo in realtà preparando per ritrovarci, e a quel punto, potremo adempiere alla nostra missione congiunta.

“Incarnato” o meno, tutto ciò che appare nella vita, serve a mostrarci aspetti elevati nella nostra anima e il cammino verso il quale dirigerci per continuare a crescere, avvicinandoci così al nostro proposito più elevato.

Possiamo avere molte anime compagne, ma una sola è l’anima gemella.

Ciò che si sente quando la si incontra, non si può descrivere con le parole.

L'anima gemella? Un #amore che va oltre ogni dimensione. Condividi il Tweet

Esiste l’anima gemella?

Nel corso della vita, diversi frangenti ci ricordano che esiste un’anima gemella da incontrare (persone che ci parlano del tema, libri che leggiamo, conferenze cui capita di assistere). Affinché il ricordo di chi essa sia, possa risuonare in noi, e l’unione si possa produrre, è però necessario essere allo stesso livello di evoluzione.

Una volta che ci riuniamo con l’anima gemella, potremo viaggiare attraverso altre galassie, sperimentare altre forme di vita o semplicemente tornare fluttuando verso il centro della creazione. Perché essa si manifesti è necessario chiamarla, meglio se quotidianamente. In tal modo le accordiamo il permesso di avvicinarsi.

Se crediamo di trovarci di fronte alla nostra anima gemella, e la persona non sembra rendersene conto o ci rifiuta, possiamo comunicare con la materia universale.

Probabile allora che si verifichi una delle seguenti situazioni:

  • La persona cambia la sua attitudine nei nostri confronti, si avvicina.
  • Appare un’altra persona con le qualità necessarie per questo tipo di legame.

Se la tua anima gemella ancora non è comparsa nella tua vita, non devi preoccuparti. Ogni persona alla quale ti leghi è un maestro nel grande apprendimento dell’amore. Si tratta di cogliere pienamente il valore di ogni incontro e ciò ti avvicinerà sempre più alla tua anima gemella.

Per riconoscere un possibile incontro fra anime gemelle, fai caso ad alcuni indizi:

  • Spesso non è il genere di persona che ti attrae abitualmente;
  • A livello razionale si potrebbero avanzare mille ragioni per non legarsi;
  • Sorgono molte intuizioni su questa persona;
  • Senti un’urgente necessità di chiamarla e incontrarla;
  • Sincronicità negli incontri: l’Universo sembra confabulare per avvicinarci;
  • I ruoli tendono a invertirsi. Se ad esempio d’abitudine prendevi tu l’iniziativa, al suo cospetto, assumi un’attitudine più passiva;
  • Spesso si verifica che, subito prima di incontrare l’anima gemella, vivi una sorta di amore impossibile;
  • Una volta che ti liberiamo di ciò, l’anima gemella si manifesta. In genere succede molto velocemente.

Che ne dici di chiamare la tua anima gemella? Ecco un’invocazione.

Nel nome del mio io superiore e dell’io superiore della mia anima gemella, invoco la tua divina presenza, mia/o amata/o, affinché i nostri cuori tornino a fondersi in uno solo, perché possiamo ricordare e realizzare il nostro proposito e missione.

Invoco la luce dello spirito santo, quella dei maestri ascesi, angeli e guardiani della luce e tutti i miei angeli e guide personali.

Essi proteggeranno il nostro incontro nel piano fisico. Chiedo che siano eliminate le barriere che mi impediscono di ricordarti e incontrarti, che siano disperse le nubi che ci impediscono di riconoscerci. Che si dissolvano le possibili resistenze fra noi, nel momento più opportuno al nostro supremo bene.

E di una visualizzazione che ne pensi?

Chiudi gli occhi, respira profondamente, rilassa il corpo.

Chiedi che la seguente visualizzazione sia elevata tenendo conto del tuo desiderio di non interferire con il libero arbitrio di nessuno e, adempiendo al tuo proposito più alto, nel corso della presente incarnazione.

Immagina di essere in un luogo straordinariamente bello dell’Universo. In un paesaggio dei tuoi sogni, in un ambiente che ti fa sentire estremamente felice.

Immagina questo luogo con tutti i suoi dettagli. Entra in contatto con le tue percezioni sensoriali. In questo luogo il tuo cuore si espande e vibra con allegria. Percepisci un’altra presenza al tuo fianco.

Dirigi la tua attenzione verso di essa e vedi che si tratta della tua anima gemella. Prova a sentire la sua energia che si irradia verso di te.

Concentrati su questa energia per un minuto.

Visualizza un punto di luce un po’ sopra entrambi. Crea un triangolo di luce che unisce il tuo cuore, il cuore della tua anima gemella e il punto di luce sopra le vostre teste. Immagina che fili dorati formino i lati di questo triangolo.

Connettiti mentalmente con altri triangoli di luce nel mondo.

Afferma mentalmente: così sia.

Ora perché non provare a disegnare la tua anima gemella?

Dopo questa forma di meditazione, puoi provare a disegnare l’anima gemella o scrivere alcune delle caratteristiche che credi possieda.

Questa visualizzazione, in forma breve e veloce, può essere ripetuta almeno una volta la settimana affinché gli assistenti spirituali possano aiutarci. Se l’ abilità nel percepire l’anima gemella sembra non svilupparsi, non fa nulla, nel pensarla essa si avvicina.

Ogni settimana, l’energia della nostra anima gemella si sentirà più chiaramente e gradualmente si stabilirà un contatto telepatico.

Attrazione fra anime gemelle

L’unione esistente con la nostra anima gemella è impercettibile, possiamo cioè non essere coscienti della sua presenza, può essere molto vicina a noi e possiamo non riconoscerla fisicamente, però la nostra anima sa e una delle forme in cui si manifesta è attraverso i sogni.

Ti succede di svegliarti con lo stupore e l’estasi dopo un bel sogno nel quale hai avuto una conversazione intima e gratificante con una persona di cui non ricordi chiaramente le sembianze?

Quando si dorme può verificarsi una proiezione astrale, tanto reale quanto un’ esperienza sul piano fisico.

Nel corso di una proiezione astrale il tuo corpo psichico si separa dal tuo corpo fisico, restando unito ad esso tramite quello che conosciamo come cordone d’argento.

Il corpo psichico è identico al corpo fisico, però ha diversi livelli di coscienza ed esistenza. La separazione fra psichico e fisico si verifica prima di iniziare a sognare. Una volta completata la separazione, inizia ciò che definiamo il sognare.

In tali sogni viviamo e sentiamo veramente, solo che si tratta di piani differenti. È un’esperienza così palpabile che al risveglio si ha la nitida impressione che il sogno sia stato reale; tanto quanto la percezione della propria esistenza a livello fisico.

Se hai sognato di essere con la persona dei tuoi sogni, puoi essere certa/o che si è trattato di una riunione con la tua anima gemella.

Esistono altri casi in cui l’incontro con qualcuno attiva in noi attitudini che diversamente non si manifestano. Ti è capitato di chiederti: “perché l’ho fatto?”

A volte non riconosci la tua anima gemella ma lei sì. Il ricongiungimento fra anime gemelle non avviene solo su altri piani, accade anche su quello fisico, nella nostra realtà.

Siamo uniti alla nostra anima gemella dall’inizio dei tempi. In ogni incarnazione evolviamo insieme e possiamo incontrarci continuamente, però non sempre ci riconosciamo.

Possiamo convivere senza realizzare nulla e pur essendo attratti l’uno dall’altra, la separazione può essere inevitabile e ciò per una ragione: l’evoluzione non è completa e perciò abbiamo bisogno di altre relazioni, di vivere esperienze diverse.

Se una delle due parti è evoluta e l’altra no, probabilmente non si è ancora giunti al punto in cui il ricongiungimento sia benefico per entrambi.

Quando una persona raggiunge lo stadio finale dell’evoluzione prima della sua anima gemella, tanto da affrancarsi dal cerchio delle esperienze sul piano fisico, la sua carica di amore sarà così grande, che deciderà di dare la maggior prova che sia possibile offrire: resterà volontariamente su questo piano, in attesa che la sua anima gemella termini il percorso evolutivo e che entrambe possano ascendere insieme.

Eccoci arrivati alla fine di questo brano che ho parzialmente tradotto. L’originale in lingua spagnola è Almas Gemelas  di Angela Alzurutt. Spero ti sia piaciuto.

Con questo contributo voglio in primo luogo celebrare ogni unione di per sé unica e insostituibile perché ognuno di noi lo è.

In questo mondo di sogno, l’unicità è impressa nelle nostre cellule, perciò possiamo essere grati a tutti coloro che entrano nella nostra vita, anche quando ci è parso che uscendo, ci abbiano ferito.

Forse abbiamo solo rimescolato le carte ma sempre e comunque abbiamo potuto avere in dono un po’ della loro unicità e questo è uno dei motivi per cui vale la pena partecipare alla vita con passione.

Questo brano non è inteso ad alimentare l’attesa di un essere speciale, che possa salvarci da noi stessi, dal nostro modo di vivere e pensare, di cui siamo i soli responsabili.

Vuole invece stimolare a riconoscere, prima di tutto dentro di sé, scintille di quel potere creativo che può essere utilizzato ad ogni livello dell’ esistenza, dunque anche per favorire l’incontro con un’anima gemella.

Provare a manifestare prima nella propria mente e nella propria esistenza, ciò che si desidera ricevere dall’altro. Inoltre è una via per aumentare il senso di responsabilità personale verso se stessi, e portare ricchezza  in qualunque relazione.

**********

Un momento ancora, prima di salutarci. Pensi che la tua storia meriti di essere raccontata?

Hai un progetto di scrittura e non riesci ad iniziare? Sei alla ricerca di qualcuno che possa aiutarti a fare chiarezza fra tante idee per convogliare la tua creatività in un progetto vero e far emergere finalmente quella parte di te che attende da tempo?

Scopri se posso esserti d’aiutoIl gatto che scrive per te www.barbarazippo.netAlla prossima! Grazie.

E se vuoi restare in contatto con me e ricevere in anteprima notizie su prossimi corsi ed eventi, diversi dall’ordinario, per migliorare la qualità della tua vita, anche quella digitale…

Iscriviti alla newsletter di www.barbarazippo.net  in meno di 30 secondi! Scrivi il tuo nome sul modulo che visualizzi nella barra a destra e autorizza trattamento dati e ricezione delle email. Fine! Se stai visualizzando da smartphone scorri fino in fondo e vedrai lo stesso modulo.

iscrizione newsletter barbarazippo.net